Servizio Volontario Europeo per giovani dai 18 ai 30 anni
Servizio Volontario Europeo per giovani dai 18 ai 30 anni 

Il Tiramisù e l'Europa al Casteig

Ecco, io in cucina sono abbastanza una frana. Non ho pazienza e la maggior parte dei piatti cucinati sono cose veramente semplici. Ciononostante settimana scorsa le mie due referenti di Pistes Solidaires se ne escono super contente dall’ufficio dicendo:

-Che bello, abbiamo appena concordato delle lezioni di cucina con delle case di riposo!

–Ah bello, ci insegnano a cucinare?

–No, sei tu che devi insegnare a loro.

–Ah, ok.

E così, tra appuntamenti, formazioni e seminari che sto preparando mi sono ritrovato a guardarmi tutorial di Youtube e libri online di cucina per sapere come preparare del tiramisù (a quanto pare super richiesto dagli over 65 francesi). Il grande (e primo dei 3) giorno arrivò: avevo preparato delle brochure con la ricetta, un minimo di storia e tutti gli ingredienti necessari alla realizzazione del dolce. Salti mortali per recuperare biscotti tipo Savoiardi e mascarpone, ma alla fine eccoci davanti ad una decina di nonnine, entusiaste nell’avere davanti a loro “un vero italiano esperto di cucina”: io intanto me la ridevo perché penso di saper cucinare meglio prodotti della cucina mediorientale e africana rispetto a quella italiana, ma loro ovviamente non lo sapevano. Per farla breve (qui i francesi del sud ovest dicono ”Bref”), nonostante qualche piccola difficoltà soprattutto iniziale, ovvero mettersi guanti, grembiuli, cappellini… il tutto è andato alla grande: la fase di preparazione è stata impeccabile e subito dopo abbiamo avviato assieme alla responsabile del centro un’attività di animazione incentrata sulla conoscenza dell’Italia e l’Unione Europea. Il valore aggiunto dell’atelier cucina è stata ovviamente quest’ultima attività grazie alla quale abbiamo modo di spendere due parole sulla cultura italiana (molto apprezzata da tutte le partecipanti) e l’Unione Europea in generale.

 

Il tutto si è concluso ovviamente con foto, baci e abbracci, con la promessa di tornare per fare altri piatti (pizza in primis). Ovviamente il tiramisù ha bisogno delle sue ¾ ore di raffreddamento per poter essere gustato così si decise di testarlo il giorno seguente. L’indomani subito dopo pranzo squillò il telefono e l’animatrice del centro anziani ci fece i complimenti, con una piccola postilla: "Le nonnine devono avere esagerato nell’inzuppare i biscotti nel caffè, perché è da mezz’ora che cerco di convincerle di fare il riposino e nessuna mostra il minimo segno di volerlo fare, rivendicando la loro giovinezza e dicendo che dormire è roba da vecchi."

 

Ah, e poi, ho scoperto che è anche uscito un articolo sul giornale locale: http://www.sudouest.fr/2016/08/16/l-italie-invitee-a-casteig-2468620-4398.php 

Giorgio, 20 Ago 2016

Stampa Stampa | Mappa del sito
© CEMEA del Mezzogiorno onlus Via Fortebraccio 1/A 00176 Roma